chi siamo

Era una fredda sera d’inverno del 1999, quando la mente più fervida del nostro gruppo di amici (nonché l’unico che riesce ad allacciarsi le scarpe da solo), se ne venne fuori con un’idea assurda del tipo: “Perché non facciamo una festa dove c’è della musica dal vivo, della birra, artisti di strada e un’esposizione all’aperto di quadri, sculture, pitture e similaria?” Un silenzio profondo cadde fra i tavolini del Circolo Pierino Del Piano, (onore alla memoria) dove eravamo soliti ritrovarci. Poi la mente illuminata comprese che nessuno aveva capito cosa volesse dire similaria. Dopo averci pazientemente illuminato sul significato di quel termine (ed essere stato giustamente infamato per aver usato paroloni vietati dalla Convenzione di Ginevra sulle “Chiacchiere fra amici al Bar”), seguì una breve dibattito in cui tutti ci impegnammo a fargli capire l’impossibilità dell’impresa. E dato che nelle nostre vene scorre generoso sangue romagnolo, ci siamo rimboccati tutti le maniche per aiutarlo, al solo scopo di potergli sputare in testa una volta che la festa si fosse rivelata un fallimento. L’ideatore della festa voleva chiamarla “Frikkettotown”, ma fortunatamente siamo riusciti a persuaderlo che “Portofranko” era un nome decisamente più azzeccato, anche se alcuni di noi hanno impiegato due anni a capire cosa volesse significare… Come avrete intuito, la festa fu invece un grande successo, mentre noi cerchiamo ancora una scusa per sputare in testa al nostro amico…

Associazione

Lo statuto

Unisciti a noi!


Cerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi